IL PONTE SULLO STRETTO

Prima di parlare del Ponte sullo Stretto di Messina bisogna mettere in chiaro due cose: il ponte è utile e non si farà, almeno non in tempi prevedibili. È tuttavia interessante che, per dimostrarne l’opportunità, il nostro Primo Ministro abbia detto che l’opera creerebbe centomila posti di lavoro, e contribuirebbe dunque seriamente al rilancio dell’economia nazionale. Per l’economia classica, un’opera … Continua a leggere

IMPRESSIONI SUL DIBATTITO PRESIDENZIALE

Del dibattito Hillary Clinton/Donald Trump ho seguito la prima mezz’ora. Poi ho avuto sonno ed ho cominciato ad annoiarmi. Ciò dovrebbe togliermi il diritto al commento, e infatti autorizzo il mio editore a non pubblicare ciò che scrivo. Ma poiché non ho un editore, e nessuno mi paga, ho la libertà di dire la mia. L’inflazione si misura con complesse … Continua a leggere

GLI IDEALI NON TENGONO INSIEME L’EUROPA

Un lungo articolo a firma di Reva Goujon, su Stratfor, rivista Americana di geopolitica, numero 9024, contiene anche un concetto interessante sul valore degli ideali nella costruzione politica di un superstato. Soprattutto sulla base dell’esperienza fatta dalla Jugoslavia in questo campo. Offro agli amici la traduzione di questa parte dell’articolo. In calce il testo originale. Gianni Pardo In Slovenia ho … Continua a leggere

LA GUERRA AD ALEPPO. ECCEZIONALE?

Si può essere stufi della televisione? Si può essere stufi dei giornalisti? Dato che la “stufezza” è un sentimento, e al cuore non si comanda, può certo dirsi che sì. Si ha anche il diritto di non leggere gli articoli che si prevedono stupidi, di togliere l’audio quando chi sta per parlare è notoriamente insulso, fazioso e comunque insopportabile. Ma … Continua a leggere

L’ITALIA È DENTRO O FUORI DELLA CRISI?

I decimali di Renzi Che cos’è un fatto? Sembra una domanda facile. Infatti se qualcuno risponde: “Guarda fuori: sta piovendo”, può darsi che abbia offerto un esempio perfetto. Ma la sua validità dipende dall’assenza di opinabilità, di connotazioni morali o giuridiche. Per la pioggia non c’è un colpevole (almeno fino ad ora i giudici di Perugia non hanno condannato nessuno … Continua a leggere

AIUTO!

Aiuto! Mi sta succedendo qualcosa di grave. E al dottore che, preoccupato, si china su di me, dico con un filo di voce: “Sul ‘Corriere’ ho visto qualche secondo di un dibattito fra Marco Travaglio e Matteo Renzi, ed ho trovato Renzi più antipatico di Travaglio. Sopravvivrò?” Ho saputo dell’esistenza di Travaglio quando, leggendo “il Giornale” (ai tempi in cui … Continua a leggere

L’ONU E LA SIRIA

La grande kermesse dell’Onu, a New York, ha sempre dibattuto i più grandi problemi del mondo. Con l’aria di chi sta per porci rimedio. La discussione ha toni elevati, ma i delegati somigliano a dei comproprietari che, in una riunione di condominio, discutano su chi deve cedere gratuitamente metà del suo appartamento per gli usi comuni. È ovvio che, in … Continua a leggere

IN ITALIA RAGIONARE È UN OPTIONAL

Scrive Dario Di Vico, sul Corriere(1) : “Le cronache di questi giorni ci segnalano il governatore Michele Emiliano che chiede il sequestro degli impianti dell’Ilva”, “mentre l’impresa “aspetta di essere venduta e sostenere oggi lo stop alla produzione – come ha fatto Emiliano – serve solo a sabotare l’unica exit strategy possibile”; “il sindaco di Bologna Virginio Merola che invece ripubblicizza … Continua a leggere

LA SORTE DELL’ITALICUM

Si può riformare la legge elettorale prima del voto sul referendum? Si può votare “sì” al referendum contando sul fatto che, dopo, sarà riformata la legge elettorale? Sembrano domande difficili, e tuttavia le risposte sono facili. La legge elettorale non si può riformare prima del voto perché non ci sono i tempi tecnici. Se Renzi e gli amici suoi si … Continua a leggere

COMPLICARE LA VITA A VIRGINIA RAGGI

“La Repubblica”, con un articolo di Giovanna Vitale, ci racconta come, a mesi dall’elezione di Virginia Raggi a sindaca di Roma, tutto sia fermo ed anzi nel caos. I vincitori della competizione elettorale non riescono a colmare i vuoti della squadra capitolina. Le persone contattate si defilano. Troppi provvedimenti sono fermi. Insomma si annaspa e tutto va a rotoli. Per … Continua a leggere